Diffondi il tuo Brand, Migliora la tua Comunicazione, Invadi il Web!

Sensation Italia 2014: musica, white dress code e istinti primordiali

Avevo sentito parlare di Sensation, soprattutto ero rimasta a bocca aperta quando mi hanno mostrato il video della prima edizione italiana, mettetevi comodi e guardatelo anche voi:
Sensation White Night Italia 2013

sensation italia via http://www.sensation.com/ 

Mi sono resa conto subito che si trattava di un evento sensazionale, non un semplice “mega raduno” di musica elettronica ma qualcosa di difficilmente definibile, un evento unico in Italia, un’esperienza sensoriale. Da provare assolutamente.
La conferma l’ho avuta nel corso della conferenza stampa a Roma a cui ho avuto modo di partecipare come social media specialist e blogger.
Ma partiamo con ordine: per chi non lo conoscesse Sensation White Night è un evento internazionale nato nel 2000 e già sbarcato in 30 Paesi. Dal 2000 ad oggi milioni di persone in tutto il mondo hanno partecipato, vissuto, creato Sensation.
La conferenza stampa che si è tenuta a Roma giovedì 24 ottobre ore 11 presso L’Auditorium Ara Pacis è stata fin da subito un’esperienza “sensational”.
Ad accoglierci un cartellone con uno sguardo felino e la data del prossimo evento, quegli occhi verde intenso ti catturano subito e incuriosiscono. Poi il bianco predomina e ti avvolge: partendo dall’Ara Pacis, alla splendida struttura del museo, al white dress code che caratterizza il Sensation. Niente è o sembra casuale. E quel colore che, lo confesso, non ho mai amato finisce col conquistarmi.
Dopo uno scambio di saluti e un meeting iniziale ecco che arriva la prima sorpresa: alle 10.30 veniamo invitati tutti fuori ad assistere a un flash mob. Mi raccontano che si tratta di un flash mob itinerante per le vie del centro di Roma (partenza dal Colosseo) con performance finale sulla scalinata adiacente il Museo dell’Ara Pacis.
Ed ecco che dopo pochi minuti si materializzano davanti ai nostri occhi un dj bianco dalla testa ai piedi, che scopro solo in un secondo momento chiamarsi deejay Mister White, che mette dischi su un camioncino (ovviamente bianco) e una cinquantina ballerini (alcuni evidentemente professionisti) che si scatenano in una trascinante coreografia.
Impossibile stare fermi, se non nel momento di scattare foto da postare su Twitter e Instagram.
Ed ecco che parte il chiacchiericcio mediatico (d’altronde ero lì anche per quello!), in tanti mi scrivono e chiedono notizie, su tutte un “e me lo potevi pure dire prima che c’era un flash mob a Roma!” (e come facevo a dirtelo se non lo sapevo nemmeno io?) e, come è giusto che sia, diverse persone mi chiedono la data e il luogo del prossimo Sensation in Italia.
Insomma, l’onda bianca mediatica è partita.
Dopo un finale sorprendente ed acrobatico (durante il quale mi mangio definitivamente le mani di aver lasciato a casa la mia reflex) ci trasferiamo nell’Auditorium dell’Ara Pacis per la vera e propria presentazione dell’evento. Sono curiosa ed elettrizzata e convinco i miei amici/colleghi a sederci tra le prime file. Dopo un’introduzione della VJ Carolina Di Domenico sono intervenuti gli organizzatori italiani membri dello staff olandese e i partner locali, tutti rigorosamente vestiti di bianco.
Fin da subito al pubblico presente viene chiarito quello che avevo già intuito: Sensation non è un rave, ma è una sorta di “Cirque du Soleil con musica e dj”, sono 6 ore di spettacolo (dalle 22 alle 4) nel corso delle quali dj di fama internazionale si alternano su uno stage circolare circondati da acrobati, ballerini, giochi di luce e spettacoli pirotecnici, e naturalmente una folla bianca che si scatena tutto intorno.
Il cuore della conferenza stampa è la presentazione del nuovo spettacolo di #SensationItalia, chiamato Into the Wild.
Trattandosi di uno show che non solo vuole far divertire ma far emozionare chi vi partecipa il tema degli istinti primordiali sembra una scelta vincente. E lo spettacolare video a cui assistiamo in anteprima ce lo conferma:
Sensation White Night Into the Wild
Il Sensation Italia di aprile 2014 mira appunto al risveglio degli istinti primordiali, con un percorso in cinque atti:
1. la ricerca della preda
2. la caccia
3. la cattura della preda
4. il “come together”
5. l’immancabile sigaretta finale
(inutile dirlo, la spiegazione delle ultime due fasi scatena risatine e ammiccamenti in platea).
Tutte le altre caratteristiche del Sensation Italia restano invariate, incluso il white dress code, la location (Unipol Arena di Casalecchio di Reno, Bologna), la durata, i rigorosissimi controlli su sicurezza e legalità e la musica house e tecno. Unica grande novità, oltre alla variazione del tema, l’introduzione di braccialetti elettronici “emozionali” che verranno forniti a tutti i partecipanti: un braccialetto che cambia colore in base alle sensazioni che si provano e che che s’illumina a comando a seconda delle coreografie dettate dai dj, così da far sentire ancora di più il pubblico protagonista dello show.
Dopo la conferenza stampa ci trasferiamo sulla splendida terrazza dell’Ara Pacis per assistere allo show cooking, sempre total white, della chef stellata Cristina Bowerman del ristorante Glass.
La presentazione di Sensation Into the Wild non potrebbe concludersi meglio: chiacchiere tra amici e blogger, bicchiere di spumante, finger food di alto livello, una splendida vista su Roma e la speranza di riuscire a partecipare a quello che si preannuncia essere uno degli spettacoli di punta in Italia di tutto il 2014.
Ivana De Innocentis (Brands Invader)
Scrivi un commento