Diffondi il tuo Brand, Migliora la tua Comunicazione, Invadi il Web!

Social Sfogo del Mese: Enlarge your Klout

A quanto pare il metro di giudizio sull’internet non viene misurato in base a competenza e preparazione ma in base a numero di follower e del KLOUT.
Ma cos’è sto Klout?
Se lo state chiedendo a me, vi risponderei che è una miserabile minchiata, ma se volete saperlo veramente è una piattaforma che tramite uno specifico algoritmo elabora le interazioni di qualsivoglia natura su vari Social Network risputando un numerino per il quale la gente fa a gara.
A quanto pare tutti godono quando questo numerino si alza, e fanno le cose più disparate per farlo alzare, ma sanno veramente fare tutto il possibile?
Innanzi tutto, la cosa fondamentale da sapere è che “se sei donna, hai già 2 bonus”. E per bonus si intendono “TETTE” (il terzo di solito viene mostrato in DM o in altri canali privati e le interazioni private non concorrono all’innalzamento del Klout, ma di ben altro).
Forse il pubblico femminile troverà queste affermazioni un po’ misogine e maschiliste, ma allora non sarebbero per nulla persone oggettive, perché sanno tutti che con il FATTORE F le donne riescono ad ottenere più audience.
Al maschile la cosa funziona con gli addominali, ma nessuna ricerca universitaria ha ancora attestato la scoperta di un FATTORE A. Quindi sti cazzi.
Insomma, il KLOUT può essere innalzato in vari modi, con numerose menzioni su Twitter, con tante citazioni su Facebook, con numerosi cuori su Instagram e l’elenco potrebbe andare avanti (e sinceramente non continuo perché inizio a sentire accenni d’orchite), che di solito si ottengono con post buonisti, amorevoli o con spudorate marchette tra gente compiacente (anche perché, diciamolo, gatti e tramonti hanno un po’ spaccato le balle).
Ma quale può essere un modo divertente per alzare il vostro Klout sia che siate individui gnocca-dotati, sia che no: per esempio un bel CATFIGHT.
Un bel sano litigio online (anche se il termine “catfight” di solito è applicato ad un litigio prettamente femminile) che attira l’attenzione di molti. Tutti ne parlano, tutti ne citano (non vi è forse arrivato recentemente all’orecchio il caso “#fotoporno” scoppiato e rientrato nel giro di una notte, ma con qualche strascico il giorno seguente?).
Poi ci sono i trenini, altresì dette le orge twittere (più dal sottoscritto, che dal popolo). Un vero e proprio flow di multimenzioni in cui per un range che va da 10 a 100 tweet (facilmente sfondabile) mucchi di nick vengono più e più volte citati lasciando sempre meno spazio a messaggi concreti. Alle volte possono essere anche divertenti, spesso dopo il terzo vi sieti belli che rotti le palle.
Per concludere, che non sono certo qui a svelarvi tutti i segreti dell’internet ma a farveli solo annusare trovate il vostro modo di alzarvi il numerino, se per voi è importante, perché altrimenti la gente non vi si caga di pezza.
E si sa che nell’internet (ma anche fuori), conta più apparire che essere (poi sta botta di filosofica demagogia mi spiegate da dove mi sia uscita).
PS: Per tutte le persone, soprattutto donne, che si possano sentire offese o defraudate da queste parole, voglio far presente che soprattutto i primi spunti sui “bonus” non sono del tutto farina del mio sacco ma vengono proprio da una donna. Ma sono certo che se le avesse scritte una donna, ci sarebbe stata ovazione.
Steek Hutzee (Guest Blogger) 

 

3 commenti
  1. Non stancherò mai di citare la mia ex collega di università, capra mondiale ma adesso molto ben inserita nell’alta imprenditoria, che disse la più grande verità delle verità:

    “Tocca fasse notà”.

    Ho imparato più da quel primo giorno di università che nei restanti anni successivi.

  2. Innanzitutto Benedetto Motisi ha detto una grande verità!
    Per quanto mi riguarda, io di Klout non so sinceramente cosa farmene. Non valuto le persone dai follower, anche se ammetto che in alcuni casi il loro numero attira la mia attenzione, di solito le valuto dalle informazioni che offrono e condividono e soprattutto dal modo in cui interagiscono.

    Delle valutazioni automatiche basate su algoritmi a me sinceramente… non me ne frega un Klout 😀

    P.S.: attendo con ansia i prossimi Social Sfoghi. Un’iniziativa ad alta utilità sociale 🙂 Bravi invaders!

Scrivi un commento