Diffondi il tuo Brand, Migliora la tua Comunicazione, Invadi il Web!

2013, anno speciale di invasioni social… e molto altro! (e i miei ringraziamenti)

A un anno e mezzo dalla nascita di Brands Invasion e con la conclusione di questo bellissimo e intenso 2013 vorrei dedicare questo post a voi, collaboratori, clienti, fan, lettori, amici-sostenitori.
Se mi guardo indietro questo anno e mezzo mi sembra una vita… di lavori, collaborazioni, eventi, partnership, clienti. Un anno e mezzo fantastico di incontri, networking, community, di scommesse vinte e di piccoli fallimenti, di emozioni, di viaggi, di progetti, brainstorming e idee, di connessioni e coworking, di sfide ambiziose, di risultati importanti, di crescita umana e professionale, di cambi di postazione lavorativa, di studio intenso ma sempre stimolante, di cadute e di risalite, di grinta e passione smisurata per il mio lavoro e di gioia immensa per gli obiettivi raggiunti.
Lungi da me voler cadere nel sentimentalismo (che come sapete aborro!) ma stavolta vorrei davvero ringraziare TUTTI, per aver letto anche solo un post o un tweet di Brands Invasion, per aver creduto in me e nel mio progetto, per avermi dato fiducia e sostegno (materiale e creativo), per aver in un qualsiasi modo contribuito alla realizzazione di un mio sogno lavorativo, oramai (mi sembra ancora incredibile, lo confesso) trasformato in realtà.
Tra i momenti più emozionanti del 2013 ripenso alla partecipazione come relatrice alla Ca’ Foscari Digital Week 2013 e alla Giornata Webjobs, “Le Nuove Professioni del Web”presso la sede di Roma di Federservizi / Confindustria, nel corso della quale ho avuto il privilegio e il piacere di spiegare e raccontare il lavoro del Community Manager.
Momenti splendidi anche quelli trascorsi al WOBI, #WBFMI Business Forum di Milano, tre giorni passati in compagnia del fantastico blogger hub, e il recente BTO – Buy Tourism Online, a Firenze, importante momento di riflessione su turismo e social media e momento di incontro con cari amici lontani.
Emozionante e professionalmente significativa anche la mia partecipazione a novembre 2013 alla giornata UE per i giovani nel corso della quale ho spiegato a circa 100 giovani partecipanti e in soli 10 minuti di tempo le fasi principali di realizzazione di una strategia di social media marketing (senza fare prove, e ho spaccato il secondo!).
Infine, momento importante del 2013, il mio recente ingresso nel mondo delle startup e in Luiss EnLabs, grazie al fantastico team della startup BaasBox (di cui sono felicissima di far parte!).
Ma, come sapete, a prescindere dalle soddisfazioni lavorative, quello che porto nel cuore più di ogni altra cosa sono gli incontri, le amicizie, i collaboratori, LE PERSONE.
Per sorridere mi basta ripensansare alle #socialbirre (i social incontri da me organizzati a Roma per bere una birra tra colleghi social-cosi), alle tante amicizie speciali nate dai social network, ai pranzi e alle risate con alcuni clienti, alle fantastiche persone conosciute durante gli eventi, ai brainstorming di lavoro nei post più strani (dalla spiaggia al pub!) e sempre immortalati su Instagram con un “Oggi si lavora così…”, ai miei pazzi progetti che hanno visto e ancora vedono la luce, al supporto costante di persone straordinarie.
Inutile negarlo, è stato un anno e mezzo sempre in salita, tante le difficoltà da affrontare (e sono ben consapevole che sempre ce ne saranno), tanti i problemi che tutti voi giovani lavoratori e freelance conoscete bene e su cui sorvolerò ma francamente e fortunatamente pochissimi i momenti in cui ho pensato di mollare tutto (qualcuno ricorderà i miei sporadici progetti di fuga all’estero!).
Per dirla alla Star Wars… la forza è stata sempre con me, mi è bastato pensare a quanto amo il mio lavoro, all’incoraggiamento dei miei amici e colleghi, al sorriso di chi mi vuole bene, all’affetto sincero per la mia community (reale e virtuale), all’esempio di chi come me ha lottato da solo ma sempre circondato da un buon team e ha “raggiunto il successo”.
In finale chi la dura la vince (#echecazzo, aggiungerebbe un mio amico).
Un grazie immenso a tutti coloro che hanno lavorato o collaborato anche solo per brevi periodi per Brands Invasion e che hanno scritto per il blog (invader e guest blogger), grazie a chi ha partecipato ai guest post su Gioie e Dolori del Social Media Specialist e contro il Social Buonismo (siete stati favolosi, tutti!) e grazie a chi ha partecipato all’#HappyInvasion Twitter Contest per il 1° anno di Brands Invasion.
In generale (e qui concludo, prometto!) GRAZIE a tutti voi per aver sostenuto Brands Invasion, grazie per esserci stati, grazie per i consigli preziosi, grazie per ogni forma di affetto dimostrata, non importa se con un tweet, con un sorriso o con una stretta di mano e un caffè.
Credetemi sulla parola, vorrei poter offrire una birra (o un’orzata) a tutti voi! E a proposito di birra… presto, per ringraziarvi, vi inviterò a un evento speciale, il primo grande evento targato Brands Invasion. Ma di questo ne parleremo nel 2014 😉
 Per ora vi abbraccio virtualmente e vi auguro buon anno nuovo!
Ivana De Innocentis (Founder Brands Invasion)

 

Sono un amante del rock e della musica e allora, come ogni buon album si rispetti, ho deciso in chiusura post di lanciarmi in qualche ringraziamento.

Su tutti vorrei ringraziare l’ex fantastico invader Nicola Cicolin (conquistato dal mondo della birra sta ora per aprire un beer shop a Roma… in bocca al lupo!!), gli invader Andrea Carini (con cui condivido hangout, gioie, dolori e tanti progetti, l’amore per Brands Invasion – e non è poco!! – e per le startup) e Lorenzo Fantoni (grande collega e amico nerd), il neo invader Ignazio Iuppa (amico e autore di testi perfetti… per il web e per le canzoni del suo gruppo, gli Unmask) e Giulio Riotta (amico, collaboratore, fotografo e compagno di bevute e di mangiate).

Grazie a Gianfanco Pastore e Mauro Ciaramella (mitici!!!), Alessandro Troisi (quante ne abbiamo passate!), Giusy Congedo, Saverio Web e Maury Crox (storici sostenitori Brands Invasion e amici!), l’allegra “combriccola nerd” (con voi il web è un mondo migliore!) Gian Marco Cattini, Benedetto Motisi, Michele Mannucci e Giuseppe D’Elia e grazie in ordine sparso e per vari motivi a Paola Giannantonio (super amica e super grafico), Francesco Del Franco aka Chinaski (risate, cloudporn ed #echecazzo a tutto spiano!), Serena Giust e Daniele Pignasmile (fantastici guest blogger per Brands Invasion e persone che stimo tanto!), Cristina Romagnolo (neo amica fiorentina, rock e social), Michele Papaleo e tutti i ragazzi di 4writing.
Grazie mille a chi ha sostenuto o aderito a progetti/idee targate Brands Invasion (Shonel Geri, Nicola Carmignani e Antonio Ficai, Luigi Mastandrea e tanti altri).

Grazie a @Dlavolo e @lddio… perché una serata intera a scherzare e a parlare di Twitter non capita tutti i giorni!

Ultima raffica di ringraziamenti… Daniele Imperi (aka Pennablu, consigliere di pub e grande web writer), Danilo Spanu (amico twitteriano dall’animo rock), Tomas Mancin (grande amico con cui condivido la passione per la street art e per le “connessioni”), Luca Frigerio (scrittore favoloso, persona eccezionale), l’artista Opiemme (grazie al web per averci fatto conoscere!),  Elisabetta Frasca e Stefano Borghi (Cowo360), Francesca Oliva (Palestra Writer), l’adorabile Brunella Giacobbe, lo storyteller Massimo Benedetti, Camilla Serri (a cui devo una Guinness per un titolo suggerito!), Gabriele Ciufo aka Pointofg (grande grafico e vulcano di idee), Carlo Frinolli e Imke di Nois3, Edoardo Dusi e Paolo Leone di Webforall e le ragazze dell’Associazione AIM (bellissimo lavorare con voi!), i ragazzi di Evermind, Maria Silvia Sanna, Felisiano Santoli, gli StoryMakers, Glenda Galliano, Sara di Pietrantonio, Dj Solko, Alessio Di Addezio, Lorenzo Barucca, Alessandra Perri, Simona Vargas, Steek Hutzee, Elisa AcrossNowhere, il team di Stereomood, Sebastian aka Beaver, Tommaso Lippiello, Luca Lorenzetti (Simplicissimus), Antonella RanaldoAlessandro Bonaccorsi, Francesco Sarubbo, Piero Babudro, Massimo Perciavalle (Make it So).

Se ho scordato qualcuno mi mangio una mano… ma mi perdonate, vero?

Grazie a chi con un messaggio, un tweet, un invito, un DM, un sorriso strappato, un “banale” link mi ha spesso risollevato la giornata. Grazie ai “non social” che mi sostengono e incoraggiano con pazienza pur non capendo una mazza del mio lavoro… amici preziosi! 😉

Grazie di cuore a chi mi ha spronato, ascoltato, sostenuto nei momenti difficili, anche solo per un breve momento del 2013.

1 commento
  1. Ivana, dopo una (breve) dieta social-detox torno sui social e questo post è un bellissimo inizio.
    È il tuo ringraziamento per ciò che è passato ma che è stata un “rampa di lancio” per un’invasione social in piena regola 😉

    Mi piace e condivido in pieno il valore delle persone, sia come lo hai espresso in questo post sia come lo esprimi ogni giorno sui social e nella vita. Molte persone che hai citato le conosco, alcune molto bene, anche grazie a te e alle occasioni di incontro che crei costantemente, alcoliche o meno 😀

    Ti ringrazio quindi per l’orzata che mi offrirai 🙂 e per le tue parole… ho grande stima di te e del tuo lavoro, tu lo sai come lo sanno le persone che conosciamo e con cui, in un modo o nell’altro, collaboriamo e ci confrontiamo ogni giorno.

    Ora mi fermo perchè anch’io “aborro” i sentimentalismi (quasi sempre 🙂 ) e perchè rischierei di scrivere un post anziché un commento.

    Buon anno e buona invasione!

Scrivi un commento