Diffondi il tuo Brand, Migliora la tua Comunicazione, Invadi il Web!

#Socialbirra, lato social: 6 workshop di approfondimento, 6 social network

Mancano pochissimi giorni alla #Socialbirra, primo evento in Italia su birra e social media. Tanto (fortunatamente!) è stato l’interesse suscitato, tante le domande, le interviste, tanti i punti di vista da cui mi è stato chiesto di analizzare e raccontare l’evento.
Ho avuto modo di parlare della mia passione per la musica e per la birra, della mia volontà di fornire un’occasione di interazione, confronto e networking tra addetti del settore social media e comunicazione, della voglia di puntare al territorio con birre artigianali e band 100% romane.
Stavolta voglio raccontare l’evento focalizzandomi sulle attività strettamente legate al social media marketing, ovvero i 6 workshop che si svolgeranno dalle 14 alle 19.45, lo ricordo il 23 marzo presso la Città dell’Altra Economia, ora acquistabili insieme con un pacchetto sconto last-minute. 
Come ho avuto già modo di raccontarvi ogni workshop ha un prezzo davvero popolare, non a caso quello di una pinta di birra, ovvero 5 euro, durai 45 minuti e si focalizza su uno specifico social network.
Pensando a un pubblico che comprenda sia professionisti del settore alla ricerca di spunti, idee, approfondimenti e case history ma anche semplici curiosi e appassionati, ho voluto puntare alla semplicità: niente ospiti illustri o speech farciti di frasi fatte e concetti evocativi che fungano da “ispirazione” per il pubblico. Con la #Socialbirra si punta a praticità e immediatezza. E si aspira a fornire un ampio ventaglio di strumenti social che possano andare non solo ad arricchire le conoscenze personali ma costituire una base solida per una promozione o una strategia 2.0.
Le piattaforme social scelte sono, in ordine di programmazione, Tumblr, Twitter, Instagram, Pinterest, Foursquare e Youtube.
Partiamo con Tumblr, piattaforma ancora a molti sconosciuta in Italia ma dalle grandi potenzialità. Il docente, Luigi Mastandrea (Tumblr Italia) dopo una breve presentazione della piattaforma, ci mostrerà come Tumblr sia ormai rientrato nel cerchio dei social media più importanti al mondo grazie principalmente a 3 punti di forza: la creatività della sua community, gli altissimi tempi di permanenza, la cura estrema dell’applicazione mobile.
Si passa poi, con Shonel Geri, al nostro amato Twitter, strumento prediletto da noi invader amanti del community management e delle interazioni social. Nello specifico qui si parlerà dell’utilizzo di Twitter da parte di brand di birra per aggregare persone, informare, lanciare sondaggi ecc. usando tutti quei mezzi che il social dell’uccellino azzurro può offrire come hashstag, contest, #FF, ritrovi virtuali e non. In una parola: ENGAGEMENT. Verrà infine presentata una case history a cura di Aida MonitoringEmanuela Zaccone sulle conversazioni riguardanti la birra artigianale su Twitter. 
Dopo il micro-blogging si passa poi al visual, con Pinterest e Instagram.
Per Instagram Nicola Carmignani (Instagramers italia) ci parlerà della fotografia quale potente strumento di comunicazione visiva per informare, promuovere e raccontare storie. Instagram rappresenta un perfetto canale di marketing per promuovere il proprio prodotto, raccontare la storia del brand e, soprattutto, trasmettere emozioni.
Nel workshop successivo Domenico Armatore (Pinteresitaly) ci spiega invece come elaborare una strategia editoriale su Pinterest. Come per altri social network anche per Pinterest è fondamentale saper misurare le performance della propria content strategy elaborando un report qualitativo e quantitativo.
Si passa poi a un social network di cui, a mio parere, si parla ancora troppo poco in Italia, ovvero Foursquare. Roberto Cobianchi (Foursquare Italia) mostrerà le opportunità del location based marketing basato su Foursquare. Considerato il sempre più diffuso utilizzo del mobile per il social media e in generale per il web è importante tenere conto di una piattaforma come Foursquare che permetta alle persone di creare la loro rete sociale e di connettersi a esercizi commerciali e a produttori locali.
Dalla geolocalizzazione si passa poi al video e a YouTube: Gian Marco Cattini (La Taverna Social) ci racconterà di come grandi etichette mondiali narrino la loro storia attraverso l’uso sapiente delle immagini unite agli strumenti sociali più all’avanguardia. In questo workshop scopriremo che Youtube non è solo il luogo per l’improvvisazione e del passatempo ma anche un potente strumento per attrarre un potenziale pubblico e trasmettere i valori del brand.
A chiudere la giornata due approfondimenti (gratuiti) sempre in ambito social media, ovvero le presentazioni, rispettivamente, di Hootsuite con Giusy Congedo (Ambassador presso HootSuite Italia) e Social Daily con Gianfranco Pastore (Carito & Partners e Country manager di Social Daily Italia).
Potrete quindi scoprire o approfondire la conoscenza di due strumenti social davvero utili e interessanti: da un lato Hootsuite, Social Media Dashboard freemium dalla qualche si possono gestire, in un’unica piattaforma, diversi social network, e dall’altra Social Daily, primo Social Media Info Center d’Italia, grande risorsa di tool, analytics, informazioni e news per social media addicted.
Insomma se come noi amate il social media o ne sentite fortemente il richiamo non lasciatevi sfuggire questa occasione di approfondimento, il tutto condito da consigli, interessanti case history sulla birra e scambi di opinioni durante le pause… naturalmente davanti a una birra artigianale!
Ivana De Innocentis (Founder & Community Manager Brands Invasion) 
1 commento
  1. Grande esperienza, ottima birra (una scoperta per me tutto l’universo dei microbrewers locali!), una bellissima occasione non impegnativa per conoscere od approfondire aspetti riguardanti i Social Networks ed il loro uso ottimale, nel caso di chi ci lavora, oppure il lato piu’ divertente, nel caso di chi ci “ca**eggia” spesso… 🙂 ottima idea, la #Socialbirra, brava Ivana e #Brandsinvasion! a Presto!

Scrivi un commento