Diffondi il tuo Brand, Migliora la tua Comunicazione, Invadi il Web!

Instagram per i ristoranti: 3 usi creativi

Come tutti sappiamo, o possiamo facilmente immaginare, “comunicare” il cibo vuol dire soprattutto stimolare i sensi, il che sul web e sui social media si traduce in estetica e appagamento visivo.
Attualmente, uno dei social network più utilizzati per il food marketing è Instagram: uno strumento rapido, veloce da utilizzare, che permette in pochi istanti, attraverso foto e mini video, di immortalare un piatto, una ricetta, un ristorante. Ma non pensiamo al binomio Instagram-ristorazione solo dal lato del cliente: il social network può infatti essere un utilissimo e creativo strumento di food marketing.
Gli scatti sono facilmente editabili, il che va incontro alle esigenze del personale e dei suoi ritmi un po’ frenetici, e possono raccontare la vita all’interno del ristorante, la sua storia, gli eventi, le ricette, lo staff, lo chef in azione: in pratica un visual storytelling. Instagram può essere anche un veicolo di informazioni importanti, ad esempio un restyling del locale, una novità del menù o una promozione.
Come ogni utilizzo di strumenti social in ottica di marketing serve ovviamente pianificazione e strategia: orari e frequenza di pubblicazione, gestione della community, utilizzo e scelta degli hashtag, utilizzo della geolocalizzazione ecc. E proprio per questo è necessario un professionista, un social media strategist.

instagrammarketing

Ma quello che vorrei mostrarvi è un utilizzo creativo di Instagram, partendo da tre case history di ristoranti stranieri che hanno puntato alla scelta vincente di coinvolgere la community in challenge, facendo sentire clienti e potenziali clienti parte integrante della vita e delle attività del ristorante.
1) Il ristorante americano Comodo ha utilizzato Instagram per incoraggiare i suoi avventori a condividere foto dei loro piatti, utilizzando l’hashtag #comodomenu. Con questo semplice sistema si ha dato vita a una sorta di menù in crowdsourcing, una carrellata di foto dei piatti che ha avuto un incredibile effetto virale. Con costo zero la campagna ha generato oltre 280 milioni visualizzazioni sui social media, un numero davvero impressionante. Ma c’è molto di più: il successo è stato tale che la notizia è rimbalzata anche sui media tradizionali, radio e TV, e la prestigiosa rivista Mashable ha inserito il profilo Instagram di Comodo tra i profili top brand.
2) La pasticceria americana Apiecalypse Now! di Toronto ha scelto di usare Instagram per rilanciare uno specifico piatto del menù, le sue torte dolci e salate. Anche in questo caso i follower erano invitati a condividere le foto delle loro “pie” preferite, utilizzando l’hashtag #apiecalypsenow.
L’idea è semplice e richiama altri challenge fotografici ma dimostra che Instagram può essere utilizzato anche per rilanciare singole portate del menù, un’esigenza dettata ad esempio da questioni economiche, strategiche o di stagionalità.

3) Spronare i propri avventori a utilizzare la geolocalizzazione di Instagram associata alle foto scattate nel ristorante è un’ottima strategia promozionale, un’idea che se sviluppata in futuro potrebbe rendere il noto social network fotografico un potenziale concorrente di Foursquare.
L’esempio viene da un ristorante australiano, il Paper Boy Kitchen
 
Ivana De Innocentis (Social Media Strategist e Blogger)
Fonti:http://change.io/blog/how-to-promote-your-restaurant-using-instagram
http://aaronallen.com/blog/restaurant-promotions/10-great-ways-for-restaurants-to-use-instagram
Photo source: www.ideebiz.com

 

Scrivi un commento