Diffondi il tuo Brand, Migliora la tua Comunicazione, Invadi il Web!

Prime scene di “The Wolverine” su Vine, fate largo ai Tweaser!

The Wolverine TrailerNon esiste luogo che un buon pubblicitario non sappia sfruttare, soprattutto nei social media. Pubblicizzare il proprio marchio su Facebook è cosa di tutti i giorni, possiamo dire quasi lo stesso di Twitter, Instagram è diventato ormai preda di immagini pubblicitarie seguite da paginate di hashtag più o meno attinenti, ormai i territori non sfiorati dal bisogno di pubblicizzare qualcosa sono rimasti pochi, uno di questi era Vine, almeno fino a qualche giorno fa.
Cos’è Vine? Per farla breve, il Twitter dei video. Grazie a questa app per iPhone si possono infatti pubblicare spezzoni video di soli sei secondi, in maniera semplice, immediata e facilmente condivisibile.
L’idea è al momento molto sfruttata dalle due categorie che per prime colonizzano i nuovi social network: i creativi e gli ossessionati dalla condivisione. Spulciando qua è la già possibile ammirare geniali filmati in stop motion, brevissime ricette, intensi primi piani e scampoli di aperitivi.
Da qualche giorno, grazie al film “The Wolverine”, di Marvel, Vine, e Twitter, sono anche diventati un luogo dove condividere in  anteprima i “tweaser”, ovvero brevissimi spezzoni o teaser dei film che verranno, condivisi scavalcando i tre luoghi dove normalmente si può reperire questo materiale, ovvero la pagina ufficiale del film, l’account Youtube e la sezione trailer del sito Apple.
Wolverine tweaserIl breve video con le scene del film non è stato infatti condiviso attraverso i soliti canali, ma twittato direttamente dall’account del regista del film, James Mangold, che ha così scavalcato agenzie stampa, PR e presentazioni ufficiali, arrivando dritto ai fan, che ovviamente lo hanno condiviso a profusione.
La mossa di Mangold potrebbe essere, e probabilmente è, l’anticipazione di una nuova era per il marketing video, sempre meno legato ai classici metodi di diffusione, e sempre più “mordi e fuggi”.
Una durata brevissima, adatta al deficit dell’attenzione che caratterizza la nostra epoca, la facilità di diffusione e il fatto che Vine funzioni direttamente dentro Twitter (e può essere embeddato sui principali siti e blog) danno ai tweaser un alto coefficiente di penetrazione nel grande pubblico. E visto che tutti hanno sei secondi di tempo per guardarsi un video, anche le persone meno interessate al trailer tradizionale potrebbero guardare il tweaser e magari rimanerne colpite.
Un trailer, per quanto ingannevole, potrebbe far capire ai potenziali spettatori che il film non fa per loro o svelare subito le carte migliori del film. Un trailer su Vine invece incuriosisce e basta, senza correre grandi rischi.
E a giudicare quanti marchi stanno mettendoci piede, Marvel sarò presto in buona compagnia.
Il trailer esteso, tra l’altro, è uscito un paio di giorni dopo.
Lorenzo Fantoni (Brands Invader)
Scrivi un commento